TEIDE – LA CASA DI CURA NASCOSTA TRA STORIA E ROVINE

2b1fe4c70dcf32f907caadfd3e0ded17_l

Sono in pochi a conoscere la storia della casa di cura nascosta del Teide. Un fatto che conferma come le Canarie siano sempre state una meta da raggiungere per prendersi cura della propria salute. Le Isole Canarie sono state studiate a fondo come destinazione per scopi terapeutici e per la cura di malattie che difficilmente possono essere trattate con successo in altri paesi europei.

Durante il XIX secolo, l’Europa attraversò un’ondata di gelo che portò diverse malattie, soprattutto malattie respiratorie, come bronchite e polmonite, che non di rado causavano la morte, per mancanza di medicine o perchè non esistevano le condizioni necessarie per la guarigione. Ecco allora che centinaia di medici si misero alla ricerca di un luogo che offrisse ottimali condizioni climatiche.

Nel 1910   le Cañadas del Teide vennero decretate come uno dei luoghi ideali per la cura di malattie polmonari. Diversi pazienti si trasferirono, su consiglio del proprio medico. Le zone destinate al soggiorno terapeutico si trovavano tra le colate di lava pietrificata delle Cañadas. Pare che siano stati gli stessi pazienti a costruire i primi centri di cura. Si costruì un edificio che non venne mai usato, e di cui oggi rimangono solo rovine, rimasto noto come La Casa del Médico, edificato negli anni ’30 e ’40,  e inizialmente destinato appunto a medici e assistenti sanitari, oltre che al deposito di medicinali. Il progetto venne poi abbandonato e quando l’area venne dichiarata Parco Nazionale, nel 1954, tutti i progetti vennero abbandonati.

A tutt’oggi non si è riusciti a risalire al legale proprietario di queste che oramai sono rovine e la storia di questo edificio è avvolta da un vero mistero.

Per chi fosse interessato a visitare questi luoghi, esiste un sentiero, chiamato “sendero 16” o “El Sanatorio”. Il sentiero comincia alle falde del Teide, e confluisce nel sentiero delle Siete Cañadas, ai piedi della scarpata di Guajara. yoamocanarias.com/ foto Cestomano e redazione.

Tradotto liberamente dalla Redazione

Articolo di www.vivilecanarie.com