La Laguna: il Monte di San Diego e il muro del diavolo

muro-diavolo

La Laguna è una città che si caratterizza non solo per il ricco patrimonio storico ma anche per una forte componente leggendaria.

Uno delle tante storie si concentra nei pressi del convento del Monte di San Diego, dove esiste il cosiddetto Muro del Diavolo.

La tradizione vuole che questo elemento architettonico che circonda la proprietà dell’antico convento sia sempre stato ricostruito ed il giorno seguente sia sempre ricrollato nella parte centrale.

Secondo la leggenda è il diavolo che apre questa breccia, affinché le streghe durante la notte possano entrare per celebrare i loro rituali.

E’ significativo che, superato il muro, ci sia il Piano delle Streghe (Llano de las Brujas), e a poca distanza la Grotta del Diavolo (Cueva del Diablo).

Si dice che questo luogo fu frequentato dalle streghe proprio perché era vicino ad un convento.

Superando il Muro del Diavolo ed entrando nel Llano de las Brujas, circondato da eucalipti, con una bella vista panoramica de La Laguna, si giunge al punto dove, sempre secondo la leggenda, avevano luogo i riti diabolici il lunedi, giovedi e sabato, specialmente durante la Quaresima e la Settimana Santa.

Lì, davanti al demonio, le streghe ballavano e si raccontavano i malefici che avevano esercitato durante la settimana.

Accanto al Muro del Diavolo, le streghe si ungevano con creme malefiche, preparate con erbe magiche come la belladonna, la mandragora, lo stramonio. E raccoglievano altre erbe portentose come l’artemisia, utilizzata per i filtri d’amore.

Il Llano de las Brujas fu frequentato da molte donne che furono poi giudicate dal Tribunale dell’Inquisizione.

Altra curiosità riguardante il Muro del Diablo e il Llano de las Brujas è che le streghe disegnavano in terra delle stelle o dei cerchi, a seconda che fosse giorno o notte, per invocare il principe delle tenebre, e ad ogni direzione corrispondeva un demonio: Nord, Rufán; Sud, Maymón; Est, Veryc, e Ovest, Satanás.

muro-2

Oggi la prima parte del muro è intatta. Ma seguendo il lato destro si giunge ad una ripida salita alla cui sommità appare il muro “diabolico”, con pietre e calcinacci sparsi a terra.

Osservando attentamente, sembra quasi che il crollo sia recente.

Forse il diavolo continua la sua incessante attività?

muro-3

Comunque sia, basta alzare gli occhi per vedere ancora qualche strega volare sopra i tetti….

muro-4

A cura di Elena Borioli, www.libraryreadingup.com  Las Americas

Bibliografia e fotografie

www.isladetenerifevivela.com