Loro Parque: un “Paradiso Terrestre” dal 1972

loro-parque-tmbNon possiamo parlare della meravigliosa Tenerife senza far cenno alla sua straordinaria    bio-diversità di fauna presente, grazie alla moltitudine di parchi naturali tra i quali ovviamente in primis spicca il famoso e celeberrimo Loro Parque.

 

Situato nella zona costiera nella stupenda Valle della Orotava, in Puerto de la Cruz, il parco si integra perfettamente con l’ambiente circostante come un gioiello di color verde smeraldo grazie anche all’eccezionale clima davvero privilegiato che qui troviamo tutto l’anno, con temperature davvero gradevoli, facendo si che noi fortunati visitatori possiamo godere di questo Paradiso, unico al mondo, a due passi dalla porta di casa nostra.

Fondato il 17 dicembre del 1972, il parco fu inizialmente concepito come un paradiso per pappagalli, ma con il trascorrere degli anni si convertì in una delle istituzioni zoologiche e riserve genetiche più riconosciute e rispettate al mondo, sia per la sua bellezza come per l’eccellenza delle sue installazioni e ovviamente il rispetto e l’amore per la Natura.

Il parco aprì le sue porte come una installazione di soli 13.000 m2 ed attualmente, l’estensione di questa attrazione turistica supera di 10 volte quella iniziale ed inoltre è la maggiore riserva de pappagalli al mondo, con ben 350 specie differenti provenienti da tutti i continenti per un totale di quasi 4000 esemplari, e proprio grazie a questi simpatici “amici” il parco prese il suo nome in quanto LORO significa proprio pappagallo.

Fare l’elenco dei riconoscimenti che il parco ha ricevuto negli anni sarebbe davvero molto lungo ed anche quello dei record che detiene, il mio articolo si concentrerà semplicemente sul trionfo della natura trasportandovi in un luogo incantato.

Già dalla entrata principale del parco verrete trasportati in un secondo in una atmosfera magica, quasi mistica, di un posto lontano dalla realtà quotidiana, in quanto l’architettura del parco è stata ispirata ad un “Pueblo”della Thailandia con ben sei edifici.

Tutti gli ornamenti ed i dettagli di tali strutture sono stati fatti arrivare nella nostra isola, una cosa davvero sorprendete , e che pochi sanno, di questo “villaggio” è che il pinnacolo principale del tetto, come i dettagli dello stesso, sono decorati con oro 24 carati il quale lo converte quindi in un gioiello architettonico di incomparabile bellezza e splendore.

Verrete catturati da una vegetazione rigogliosa in tutte le sfumature del verde e da incomparabili piante e fiori provenienti da ogni dove dai colori più sgargianti, che facilmente cattureranno la vostra attenzione, a quelli dai colori meno accentuati ma non di certo meno importanti dal punto di vista della flora.

Ovviamente la vista non è solo l’unico senso che viene messo alla prova in quanto tutti i sensi verranno coinvolti, nella visione di questo piccolo spicchio di Paradiso Terrestre.

Loro Parque sicuramente è un elogio ed un trionfo alla Natura in tutte le sue forme, con una moltitudine di esseri viventi che lo popolano e di cui ogni giorno decine di addetti ai lavori si prendono cura di loro, sin dalla nascita…

Assolutamente un occhio di riguardo merita il percorso che prende il nome di Katandra.

Questo sorprendente ed entusiasmante viaggio tra gli alberi è quello che mette alla prova più di tutti il nostro udito, infatti il nome Katandra così come lo chiamavano gli aborigeni australiani in lingua nativa, è proprio il canto degli uccelli da cui sarete circondati, migliaia e migliaia di piccoli e grandi uccelli dai colori più sgargianti, qui davvero la tavolozza del più bravo pittore al mondo non avrebbe potuto fare di meglio e battere Madre Natura in una gara di pennellate che vanno dall’azzurro più intenso e brillante al rosso infuocato, dal verde smeraldo al giallo più accecante con tutte le sfumature immaginabili, e consiglio a tutti vivamente di chiudere per un minuto gli occhi ed ascoltare la natura che ci parla tramite i propri figli.

Naturalmente Loro Parque non è solo pappagalli, anche se devo dire che questi ultimi la fanno da padrone, ma potrete vedere decine e decine di animali nel loro habitat naturale appositamente creato dagli addetti del parco in modo tale che possano vivere nel miglior modo possibile e, la prova di tale stato di benessere, lo si può vedere con i nostri occhi oltre che a leggere sui depliants informativi che ogni anno nel parco nascono centinaia di animali non solo uccelli ma anche mammiferi e rettili.

Tra tutti questi meravigliosi compagni di viaggio, un ruolo importante nel parco è svolto dai simpatici e giocherelloni delfini con il loro divertentissimo ed acrobatico spettacolo, dai leoni marini, i maestosi gorilla dagli occhi nere come una notte senza luna, scimpanzé e pinguini con il loro fracasso e ovviamente le regine, le meravigliose e maestose 6 orche che con il loro emozionante spettacolo ci fanno “bagnare” di risate.

Una sezione del parco davvero molto insolita e di rara bellezza è quella dedicata alle orchidee davvero delle regine tra i fiori aromatici, proprio come venivano definite da Confucio, saggio e filosofo cinese.

Verrete immersi immediatamente in un mondo di colori e profumi senza eguali e rimarrete incantati nella precisione dei loro petali e dalle varietà presenti raccolte tutte sotto una grande volta anch’essa circondata da piante carnivore penzolanti di rara grandezza.

Questa attrazione turistica non sarebbe la stessa senza il suo emozionante acquario dove sono state raccolte centinaia di specie marine provenienti da tutti i mari e oceani, anche qui dai colori più sgargianti, dalle forme più bizzarre e particolari dandoci una visione a tutto tondo di quello che Madre Natura con il suo lento trascorrere e grazie anche alla selezione naturale è stata in grado di concepire, perché tutto possiamo dire, tranne che “Gaia” sia priva di fantasia.

Consiglio vivamente una visita a questa favolosa attrazione turistica per ammirare in un unico posto tante forme di vita ma anche per passare una giornata in armonia con la natura che spesso dimentichiamo, magari in compagnia della propria famiglia e/o dei propri amici rilassandoci tra le fronde delle migliaia palme presenti, oltre 5000.

Voglio ringraziare, a nome della redazione del Periodico ViviTenerife per la gentilezza e la disponibilità offertaci, che ci ha permesso di poter realizzare questo articolo di elogio alla Natura, la prima persona che ringraziamo è il fondatore, nonché Presidente, il Sig. Wolfgang Kiessling, a seguire tutto lo staff di supporto che ruota intorno a questo stupendo ed affascinante parco, senza il quale ovviamente Tenerife non sarebbe la stessa.

La nostra isola, scelta ogni anno da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.

Diego Lorenzoni.

loro-parque

Articolo di www.vivilecanarie.com