Arona e San Bartolomé de Tirajana: la profonda trasformazione da piccoli villaggi di pescatori a centri del turismo internazionale

Arona e San Bartolomé de Tirajana: la profonda trasformazione da piccoli villaggi di pescatori a centri del turismo internazionale

Ad Arona e San Bartolomé de Tirajana, tra il 1960 e il 2021, la popolazione è aumentata in modo esponenziale, trasformando questi piccoli villaggi di pescatori in veri centri di riferimento per il turismo internazionale. Sono bastate sei decadi per mutare radicalmente e profondamente la natura di questi centri e l’intera economia delle isole.

Le località costiere cominciarono a cambiare negli anni ’60, quando nasce il primo “boom turistico”, una esplosione di nuovi visitatori arrivati specialmente dai paesi nordici, attratti da sole e mare.

Il turismo di massa cominciava a trasformare le isole, e solo tre decenni dopo esisteva un’ampia offerta di infrastrutture, hotel, strade, aeroporti, edifici e abitazioni per coloro che venivano da fuori a godere della bellezza vulcanica dell’arcipelago, sia in inverno che in estate. Secondo l’Instituto Canario de Estadística, nella decada degli anni ’60, nel Comune di Arona vivevano 6.331 persone. Nel 2020, la popolazione è arrivata a 82.777 (pari all’8,9% di tutta l’isola), diventando la terza località più popolata di Tenerife, dopo Santa Cruz e La Laguna.

Per quanto riguarda San Bartolomé de Tirajana, si è passati dai 12.406 abitanti a 53.397 nel giro di 60 anni. Il comune di Gran Canaria è il quarto più popolato dell’isola, dopo Las Palmas de Gran Canaria, Telde e Santa Lucía de Tirajana. Ci vive il 6,2% della popolazione dell’isola. Negli anni ’60 e ’70, quando cominciava il fenomeno dell’urbanizzazione massiva del sud delle sue isole, fu Alejandro del Castillo, Conte de la Vega Grande, ad indire un concorso internazionale per urbanizzare e trasformare Maspalomas in destinazione turistica.

Tenerife, nel frattempo, fu invece il capitale proveniente dal Belgio a dare vita al primo nucleo turistico del sud: Ten-Bel. Più tardi, sarebbe toccato a Las Américas, Los Cristianos e Los Gigantes.

Nel 1972, tutte le isole disponevano di aeroporti, ad eccezione di La Gomera, dove venne costruito nel 1999.

Notizie Tenerife 

Notizie canarie